Cadelbosco di Sopra

Sisma Emilia: madre, riaprire processo

"Riaprite il processo per omicidio colposo in relazione ai morti alla Haemotronic di Medolla". A chiederlo è Anna De Prisco, madre 72enne di Giordano Visconti, uno dei quattro operai deceduti (all'età di 33 anni) per il crollo dell'azienda del biomedicale avvenuta a seguito del terremoto nella Bassa Modenese del maggio 2012. Come segnala Antonino Spica, consigliere comunale della lista civica 'La Bastìa' di Bastiglia (sempre in provincia di Modena), "De Prisco si è recata martedì mattina presso la procura di Modena a depositare due corposi e documentati atti: una denuncia-querela e un'istanza in cui si sollecita il Pm a richiedere la riapertura del processo per omicidio colposo. Quelle morti - dice Spica -, secondo gli atti, avrebbero potuto essere evitate. Istanza e denuncia presentati sulla base di una nuova e più tecnica valutazione giuridica dei fatti nonché su innovativi elementi probatori acquisiti di recente".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie